BURKINA FASO

BURKINA FASO

Moise e Zourata

sono piccoli burkinabé di 10 anni, vivono nei villaggi rurali insieme alle loro famiglie e conducono una vita davvero semplice. Grazie al sostegno a distanza possono frequentare la scuola. Ora sono finalmente iscritti all’anagrafe, hanno un nome, una vera identità. I loro genitori sono analfabeti, non sanno leggere e scrivere, non sanno nemmeno “contare”. Zourata, che ha già frequentato 3 anni di scuola, a volte accompagna la mamma al mercato per aiutarla con i soldi. Solo Moise in famiglia è in grado di leggere. Per loro completare la scuola, anche se solo il ciclo “elementare”, significa davvero una vita migliore.

Accompagna i sogni di tanti bambini burkinabé con un sostegno a distanza.

Qui i dettagli del progetto

Loukman

è un bambino orfano, Boulguissa ha recentemente perso la madre. Vivono entrambi a Ouagadougou con le famiglie allargate ma in situazioni particolarmente vulnerabili e difficili. Il Ministero degli Affari Sociali ha segnalato a CIAI il loro caso e ora, grazie al sostegno a distanza, i bambini e le loro famiglie possono ricevere un supporto. Luokman e Boulguissa possono frequentare la scuola, ricevere servizi sanitari, se necessario, e assistenza sociale. Per tutti i bambini del programma è stato creato anche un piccolo libretto di risparmio che viene conservato dall’assistente sociale fino al termine del percorso scolastico: un piccolo contributo per costruirsi un nuovo futuro.

Sono diversi i bambini come Loukman e Boulguissa che hanno bisogno del nostro sostegno.