INDIA

Amrita

è una bambina con disabilità multiple, è la più piccola di tre fratelli, vive in un piccolo villaggio vicino a Pondicherry. Amrita ha vissuto per anni segregata in casa; sia per la mancanza di servizi nella zona ma anche per la volontà dei genitori di tenere “nascosta” la bambina. Grazie al sostegno a distanza Amrita ha potuto beneficiare dei servizi dell’Unità Mobile di fisioterapia della Satya: sedute di fisioterapia e logopedia personalizzate. Oggi Amrita, grazie alle terapie, ha fatto piccoli importanti progressi e soprattutto non è più costretta a rimanere “chiusa” tra le mura di casa.

Per dare un’opportunità ai bambini con bisogni speciali come Amrita.

Padma e Vemkat

vivono in Orissa, uno degli stati più poveri dell’India dove miseria e condizioni climatiche estreme rendono la vita davvero difficile. Vemkat a soli 13 anni, per aiutare la famiglia in difficoltà, ha  lavorato per mesi in un’industria di mattoni; un lavoro faticoso, poco retribuito e comunque non adatto ad un bambino della sua età. Padma a soli 14 anni è stata promessa in sposa ad un uomo molto più grande di lei. La legge lo impedisce ma Vemkat e Padma non lo sanno e spesso non lo sanno nemmeno le loro famiglie. Sono moltissimi i bambini di queste umili comunità che hanno un destino come quello di Vemkat e Padma. C’è molto lavoro da fare per creare una rete di protezione dei bambini. Con il sostegno a distanza possiamo intervenire proprio sui bambini più vulnerabili, portarli a scuola, rendere consapevoli loro, e anche le famiglie e la comunità, dei diritti dei bambini.

 

Con il sostegno a distanza è possibile proteggere i diritti dei bambini come Vemkat e Padma.